Home

ITGEST s.r.l.

ia Pio XII, 2 - 73033 - Corsano (Le)

tel +39 0833 935053 - +39 346 0961638

+39 346 0961638+39 328 4426418 +39 0833 935053          DALLE 9,30 ALLE 13,30 - DALLE 17,00 ALLE 19,00          DAL LUNEDì AL VENERDì  

Le Grotte di Leuca

Numerose sono le grotte che si aprono in questo tratto di costa del Salento che conduce a Santa Maria di Leuca, sia sul versante adriatico che su quello ionico.
Santa Maria di Leuca è uno dei luoghi più belli e carichi di fascino di tutto il Salento e della provincia di Lecce. Santa Maria di Leuca, finibusterrae, è un'esperienza da non mancare durante la vostra vacanza nel Salento.

Ecco l'elenco e la descrizione di alcune grotte che potrete ammirare visitando Santa Maria di Leuca.

La grotta Porcinara, situata a circa 20 metri sul livello del mare, è costituita da tre camere contigue e comunicanti. Fu come molte grotte sparse lungo la costa, un antico luogo di culto pagano, già frequentato nel periodo della civiltà greca. Grazie alla sua particolare posizione esposta a mare, era tappa di sosta per i naviganti che provenivano dalla Grecia e che qui si fermavano per ringraziare le divinità. Più tardi con l'avvento della cristianizzazione, la grotta mantenne la sua destinazione di luogo di culto, e ciò appare documentato dalle numerose iscrizioni greche e latine rinvenute sulle pareti.

La grotta del Diavolo sorge sulla Punta Ristola ed è accessibile sia da terra che dal mare; anch'essa presenta un grande interesse paleontologico, fu infatti osservata da molti studiosi che al suo interno rinvenirono ossa, reperti di attrezzi in legno, materiale in terracotta. Presenta un'apertura di quasi 4 metri, cui segue il vestibolo leggermente più in basso e infine l'atrio, che costituisce il corpo della grotta, dotato di due aperture, una verso il mare e l'altra verso la scogliera.

La grotta del Presepe si apre con due aperture separate da una parete, sul versante jonico della costa di Leuca; essa è importante perché vi fu trovata una rara specie di spugna d'acqua in via di estinzione.

La grotta delle Tre Porte, così chiamata perché presenta tre arcate, al di là delle quali si spalanca la cavità; vista dal mare offre uno scenario inusuale, di particolare bellezza, l'acqua acquista riflessi magici, dal violetto all'azzurro, per l'azione dei raggi riflessi all'interno.

News

Le discoteche del Salento
Negli ultimi anni il Salento è diventato meta ambita di giovani e giovanissimi, grazie anche alla sua movida, sempre più coinvolgente, legata ai...
Residence a Castellaneta
Per chi desidera trascorrere le proprie vacanze a Castellaneta, nel Salento, il residence può risultare la formula abitativa più giusta. Scegliere...
Il Castello di Cannole
Il Salento e i suoi spettacolari paesaggi attirano, in qualsiasi periodo dell'anno, tantissimi turisti che scelgono i piccoli borghi pugliesi per...